ancora miti, riti e liturgie di abbordaggio metropolitano

Cerca nel blog

mercoledì 1 aprile 2009

Vuota il sacco se hai il coraggio!

Di Chica Mala
Devo ammetterlo, questa non è un'idea di primo pelo ma mi rifaccio ad un post apparso tempo fa sul blog dei miei amici di "Sballato" .
Spesso, nella borsa di una donna trovi il suo mondo, puoi comprendere le sfaccettature che la caratterizzano; così come fanno quelli che vanno ad analizzare la spazzatura delle celebrità di Hollywood, è possibile abbozzare uno studio casereccio delle peculiarità di una donna, facendole "vuotare il sacco".
Oggi faccio io da cavia, infatti la foto che vedete non è nient'altro che il contenuto della mia borsetta da giorno, quella che uso per fare avanti-indietro dal lavoro a casa.
Vediamo un pò cosa c'è:
  1. Badge aziendale;
  2. foglio dei turni;
  3. chiavetta del caffè.

Il lavoro me lo porto sempre dietro, perchè è un bene prezioso e sicuramente non deve mai mancarmi il badge, altrimenti non rilevano la mia presenza e non mi pagano la giornata ma è altrettanto importante la chiavetta del caffè, che pausa sarebbe senza una capatina alla macchinetta! E il resumé dei turni? quello ci vuole altrimenti rischio di prendere impegni con gli amici senza tener conto che il call center mi impegna 7 gg su 7 con orari alquanto flessibili.

  1. Assorbente interno;
  2. assorbente esterno;
  3. fazzoletti di carta.

Non tengo il conto, non c'è una x rossa sul mio calendario per ricordarmi che il tale giono sarò immancabilmente vittima del ciclo mestruale, poi non spilucco nemmeno i confettini al progesterone quindi, gli assorbenti ci sono sempre. I fazzoletti invece sono utilissimi in periodo di raffreddori ma anche quando sei costretta a dividere la toilette con altre 200 persone e corri il rischio di trovare solo un triste quanto inutile cilindo di cartone vicino al water.

  1. Chiavi di casa;
  2. chiavi della macchina;
  3. chiavi di casa della Mentirosa.

Nessun commento su questo, a parte il fatto che mi porto sempre appresso le chiavi di casa della mia amica. Non c'è da stupirsi però, ormai è il mio secondo domicilio e poichè non sempre i nostri orari coincidono ho la libertà di entrare ed uscire senza che lei mi apra il portone dal citofono. (ah le amiche! sono come sorelle).

  1. Portafoglio;
  2. RayBan;
  3. macchinetta fotografica.

Il "borsellino" con i soldi (pochi), il bancomat (che trema di paura ogni qualvolta lo estraggo dalla sua taschina), i ticket restaurant, le fidelity card di supermercati e negozi vari e le tessere dei locali; Gli occhiali perchè guidare con il sole mi acceca e non vorrei morire schiantata contro un TIR ; la macchina fotografica, molto basic con i suoi miseri 5 megapixel, per essere sempre pronta ad immortalare cose e persone che amo.

  1. penna biro;
  2. quotidiano del giorno.

Penna e Moleskine perchè se sono in giro e voglio annotarmi qualcosa che potrebbe servirmi, anche una semplice frase buttata al vento non rischio di perderla nei meandri del mio cervelletto fallato; il quotidiano invece è un'abitudine ventennale che mi porto dai tempi della scuola, nonostante internet con le sue news in tempo reale non rinuncio al piacere della lettura tradizionale: caratteri neri su carta bianca, una sensazione impagabile per me.

  1. Due pacchetti di sigarette;
  2. accendino;
  3. tre cellullari.

Ahimé sono un'accanita fumatrice, ma che dico! sono una tabagista! poi...2 telefoni con scheda della 3, in uno ho i minuti gratis, frutto di un recente atto di retention e l'altro è il mio numero storico, quello che hanno praticamente cani e porci, con una tarffa a logica autoricaricabile (non la mollo manco morta!!); l'altro ha una sim Vodafone ed ha l'opzione zero limits, con questo posso chiamare e messaggiare i miei amici che a loro volta hanno Vodafone (vedi Trippi, mia sorella, mio cognato, la Romana e Orso) spendendo pocopocopoco.

Bene, gioco finito. Adesso però sono curiosa di sapere cosa c'è nella vostra di borsa. Diamo inizio al gioco!



2 commenti:

Trippi ha detto...

omamma!! Da cosa inizio? mi tocchera fare un post di risposta tipo meme.. Non ho solo la borsa con tutto quello che hai scritto tu, tranne le sigarette, ma anche mascara terra e il lucidalabbra. Come se non bastasse mi porto appresso un sacchettone robusto del negozio presso cui faccio abitualmenper cambiarmi se fa freddo o se mi sporco come i bimbi), la crema per le mani e da oggi ho ripreso la mia vecchia abitudine un paio di scarpe in più perchè non si sa mai!

cinciamogia ha detto...

Quello che hai tu meno le sigarette e il quotidiano, più:
- credo 8 burrocacai diversi
- una torcetta Maglite piccina piccina che non si sa mai
- due cell invece di tre, ognuno con il suo caricabatteria
- lettore mp3 con cavo usb per ricaricarlo
- busta di 12 pennarellini colorati Pelikan 0.4mm (per scrivere sui 2 quaderni e agendina che stanno anche loro in borsa)
- pastiglie per ogni malanno conosciuto
- guanti di pelle nera (ma tra poco li levo)
- pupazzetto portafortuna giapponese raffigurante un corvo con tre zampe
Quando giro tanto con la borsa in spalla mi viene mal di schiena.
Ah anche io ho il sacchettone, con le calze di scorta, un libro e le cibarie per la pausa pranzo.
Non so cosa tutto questo dica di me, ma mi sa che non è niente di buono!!!
Ciao

Cerca nel blog

segnala su:

socialnetworkizzaci

Bookmark and Share
Blog Widget by LinkWithin