ancora miti, riti e liturgie di abbordaggio metropolitano

Cerca nel blog

giovedì 9 aprile 2009

Brava, brava, sei tanto brava, brava!

di Trippi

Ragazze, quante volte abbiamo sentito questo complimento dal broccolatore di turno nelle piste salsere e nella vita di tutti i giorni? Quante volte ci abbiamo creduto?

In genere pochissimo nelle piste! Un pò di più magari all'università o nel posto di lavoro. Solo con l'età e con il disincanto vediamo "lo scopo" anche quando a pronunciarlo è il personaggio più improbabile. Quello che proprio non dovrebbe neanche immaginare un tentativo di approccio!

Invece eccoci li a sentire il "brava" dal puzzone, dal vecchio bavoso, dalla zanzara e dal pesce lesso.

Senza bisogno di arrivare alle infioriture tipiche dei fan della mia socia (che ormai sta guadagnando la cittadinanza onoraria cubana), gli italiani quando si tratta di parole spaziano dal triste all'esilarante. Ed ecco che ieri vado a ballare e al termine della prima bachata, il ballerino solleva lo sguardo verso di me (sono alta un metro e sessanta, anche sulle mie scarpe da ballo tacco 8 e mezzo sono ben lontana da un'altezza normale) e esclama "sei proprio braaaava"! Temo si riferisse a qualche parte anatomica e non alle mie qualità danzanti, dato che continuava a piegarmi su casquet spezzaschiena nei momenti sbagliati, forse per occhieggiare meglio, il bastardiello! Rispondo che per dirmi "braaaava" probabilmente il livello della serata doveva essere proprio basso" ma lui continua a sorridermi con aria ebete e aggiunge "dopo proviamo una saaalsa?!". Ecco in realtà la frase è sempre quella " sei proprio brava", cambia l'estensione delle vocali e la punteggiatura ("sei proprio bravaaa!", "sei proooooprio brava"), i significanti non cambiano. Ora dico, ragazzi, l'italiano è difficile per gli stranieri che vengono nel nostro paese per il numero di vocaboli e la possibilità di coordinarli e subordinarli in vario modo! L'Italia ha dato i natali a Dante Alighieri e Petrarca in tempi più recenti a Leopardi, Montale e tanti altri. ho capito che ormai nessuno scrive poesie, ma almeno un minimo di repertorio, di varietà ecchediamine!


2 commenti:

giardigno65 ha detto...

BRAVA ecchecavolo !

cinciamogia ha detto...

Ma dai magari qualcuno te lo dirà anche senza secondi fini...no????

Cerca nel blog

segnala su:

socialnetworkizzaci

Bookmark and Share
Blog Widget by LinkWithin