ancora miti, riti e liturgie di abbordaggio metropolitano

Cerca nel blog

mercoledì 1 aprile 2009

Ma n'do vai se la badante non ce l'hai!?


di Trippi


Lo so già, prima ancora di inziare a scrivere che mi scapperà qualche cattiveria che potrebbe essere tacciata di razzismo. Me ne assumo la responsabilità e vado avanti come un caterpillar, al mio solito!

Settimana scorsa sono andata a ballare al Tambien con Chica mala e la Mentirosa, a un certo punto, mentre piroettavo allegramente sulla pista intravedo un viso familiare.. ho impiegato un pò a far funzionare le sinapsi che ballavano anche loro al ritmo vorticoso della salsa.. ma poi, l'illuminazione!

Ah si, era "I believe I can Fly"!! Un tizio con cui è uscita la mia socia per un pò che è rimasto impresso a tutte per due fattori:

1 I believe I can fly,


2 era abituato ad uscire con donne straniere, e si vedeva!

Narra la leggenda che avesse l'abitudine di tirare fuori il portafoglio in qualsiasi circostanza, anche quando non rischiesto, di conseguenza la donna in sua compagnia, grata, non doveva avere una testa, tantomeno una testa pensante!

Comunque finita la salsa mi avvicino e saluto. Dopo un pò si avvicina Chica e mi fa "hai visto che c'è IbIcf?" le rispondo di si e la informo di averlo salutato, lei mi sussurra all'orecchio, con fare complice "è venuto con le badanti". Eh no ragazzi le badanti non sono quelle della foto, quelle le trovate sui giornali patinati o al massimo come escort. Io parlo di persone reali. Mi guardo intorno, individuo una culona con una gonna salopette di jeans anni e un colore di capelli improponibile e so! La guardo, le indico la culona e faccio "scommetto che una è quella!" lei ride e annuisce.

Per quante persone ci possano essere in una pista, le straniere in libera uscita le individui subito, capelli e look hanno il loro peso specifico considerevole.

Ricordo un uomo che veniva al nostro corso di salsa cubana, reduce da un divorzio disastroso con una donna dell'est, che lo aveva lasciato in mutande e con l'amaro in bocca, passava da una relazione all'altra con donne slave, moldave o comunque dall'accento duro.

In un luglio torrido si presentò in un locale salsero dotato di piscina con al braccio una matrona di 90 kg, capelli frisè, top, gonna e fascia leopardata che fanno pendant!

Ero imbarazzata per lui. Probabilmente, se fosse andata in giro con il costume da bagno avrebbe dato meno nell'occhio!

La questione del look e dei capelli non me la spiego, perchè noi donne sappiamo benissimo che possiamo vestirci con due soldi, per i capelli pure, se proprio sei a secco compri la tinta nella grande distribuzione e chi se ne frega se non riesci ad andare dal parrucchiere, con la crisi poi, ci sono mille escamotage per risparmiare. Ma alcune straniere, nonostante abitino in Italia da un pezzo e spendano probabilmente più di me e Chica, sembra che indossino qualcosa fuori dal tempo, con tessuti dai colori sbiaditi o con tagli improbabili.

Che sia una questione di gusto, forse francesi e italiane imparano a scegliere mentre succhiano il latte?

Forse mi è servito il modo in cui mia madre toccava tessuti e controllava le cuciture prima di fare un'acquisto? Persino il capo da due soldi doveva passare dal suo scanner, ne più ne meno di quello costoso.

Ma per quanto queste donne debbano imparare da noi in termini di estetica, noi dovremmo farci insegnare da loro a fare le svenevoli e estorcere gesti carini ai nostri uomini. Qualche esempio in rapidità:

la giovane marocchina che spenna il padre del SDT è riuscita non solo a farsi mantenere, ma ha anche benefit che la moglie non ha mai osato immaginare. Infatti dal balcone sporge un'orribile antenna parabolica per guardare "i suoi canali";

La giovane compagna rumena che si è insediata con i figli a casa di mio zio, riesce a farsi campare con tutta la sua famiglia. Lui compra generosamente zainetti nuovi per la scuola ai pargoletti (quando i figli dovevano passarsi il proprio l'uno con l'altro).

Fin qui potevo pensare "sono uomini in andropausa, gli è andato in pappa il cervello" oppure a qualche effetto collaterale del viagra. Ma quando l'altro ieri ho visto un uomo decisamente più giovane che acquistava una rosa alla sua non più giovane accompagnatrice dai capelli di un colore approssimativo.. beh ho dovuto concedere l'onore delle armi al nemico!


1 commento:

chica mala ha detto...

ti pensa che invece io e la Mentirosa, proprio venerdì scorso... siamo rimaste "ammaliate" dalla camicia di ciniglia di un ragazzo cubano. appena si girava mi veniva voglia di toccarla. Un grande esempio di haute-couture. come vedi il cattivo gusto non ha sesso :)

Cerca nel blog

segnala su:

socialnetworkizzaci

Bookmark and Share
Blog Widget by LinkWithin