ancora miti, riti e liturgie di abbordaggio metropolitano

Cerca nel blog

martedì 5 ottobre 2010

Una bugia reiterata più volte non diventa verità

Questa frase che molti mariti si saranno sentiti dire dalle proprie mogli mentre gli spiattellano gli indizi in un tradimento, l'ho sentita ieri da Giuseppe Cascini, segretario dell'Associazione Nazionale Magistrati, in collegamento a Otto e mezzo,  in risposta a Maurizio Lupi che perorava la causa di Berlusconi come perseguitato dalla magistratura dal momento della sua discesa in campo (parla di anomalia oggettiva e persecuzione - timeline 12'32''). "Non è che ripetendo ossessivamente una bugia questa diventa verità" ha esordito Cascini. In realtà Berlusconi era già inquisito precisa il magistrato (timeline 13'38'' smonta la tesi dell'oggettività e dell'accanimento contro il Presidente del Consiglio), ed è sceso in campo proprio per questo motivo, mi viene da pensare, maliziosamente ma non troppo.
"I procedimenti penali a carico dell'Onorevole Berlusconi per fatti relativi alla sua vita di imprenditore sono incominciati molto prima del 1994 (data della discesa in politica ndr). Non è vero che l'Onorevole Berlusconi ha avuto più avvisi di garanzia di chiunque altro perchè ha avuto alcuni processi, alcuni dei quali si sono conclusi con la prescrizione, alcuni dei quali con l'assoluzione, a riprova del fatto che non c'è un accanimento. Perchè se ci fosse un complotto o un accanimento forse i processi si sarebbero conclusi diversamente. Invece ha avuto, come tutti gli imputati di questo paese, dei tribunali che hanno deciso, torto o ragione, secondo giustizia.
Se c'è un accanimento, se c'è un'aggressione. queta è nei confronti della magistratura e io trovo incredibile che persone che hanno responsabilità istituzionali non si rendano conto dello scempio delle isituzioni che sta avvenendo in questo paese." (Giuseppe Cascini - ANM- 04/10/2010)
Se non avete visto la puntata vale la pena farlo, se non altro perchè difficilmente si vede smantellare con tanta calma, pacatezza e autorevolezza quella faccia di bronzo di Lupi.
Anche se molte signore conoscono bene quella patetica insistenza con cui i mariti colti in castagna si attaccano a pretesti e altri argomenti fuori tema arrampicandosi sui vetri. 
Mi scuso per la seconda citazione de La 7 in due giorni, ma è l'unica informazione tv che riesco a guardare a parte quella della tv Schfizzera.

5 commenti:

il giardino di enzo ha detto...

Ieri invece ho visto Barbacetto e Sallusti; il gioco era il medesimo, lo squalo servo (animale in decomposizione fin dalla nascita) ostinatamente ripeteva bugie, e bugie, e bugie, e bugie, e bugie, e bugie, e bugie, e bugie, e bugie, e bugie, e bugie.
Barbacetto alla fine era esausto.
Ciao

Trippi ha detto...

ti prendono per stanchezza, alla fine ti mancano le forze. Il problema è che nelle vox populi tra i suoi fedeli di domenica era tutto un coro di San Silvio Martire, perciò il sistema probabilmente funziona!!

alianorah ha detto...

In effetti io ho ripetuto continuamente per anni "sono alta un metro e settanta", ma sempre uno e cinquantotto sono rimasta...

Trippi ha detto...

io faccio qualcosa del genere con i miei conti a fine mese...

Daniele Mattioli ha detto...

Niente di nuovo.
Si vuole far passare per giustizialisti quelli che, per dovere, fanno il loro lavoro.
Ce li meritiamo, i Lupi: rappresentano la superficialità e il leccaculismo italiota.

Cerca nel blog

segnala su:

socialnetworkizzaci

Bookmark and Share
Blog Widget by LinkWithin