ancora miti, riti e liturgie di abbordaggio metropolitano

Cerca nel blog

venerdì 4 giugno 2010

Fortune in polvere

 fonte foto
Quando si dice che polvere eravamo e polvere ritorneremo:
"Ringrazio Lino Banfi e tutti coloro che si stanno preoccupando di me. Mi farebbe piacere vivere in modo più sereno e dignitoso anche se a me la vita terrena non interessa più. Vorrei essere dimenticata". Questa la risposta diffusa dal legale di Laura Antonelli , Lorenzo Contrada, all'appello del collega Lino Banfi e all'apertura del ministro Sandro Bondi per avviare la procedura per il riconoscimento della legge Bacchelli.
Vi lascio con questo link a quanto scritto da Antonio Vergara, ha espresso meglio di quanto avrei fatto io anche il mio pensiero.
Quanto al concetto di carità, pur non essendo credente vi rimando alla lettera di San Paolo ai Corinzi (capitolo 13), penso abbia espresso perfettamente in concetto:
[4]La carità è paziente, è benigna la carità; non è invidiosa la carità, non si vanta, non si gonfia, [5]non manca di rispetto, non cerca il suo interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto, [6]non gode dell'ingiustizia, ma si compiace della verità. 

2 commenti:

Walter ha detto...

Io ricordo la battaglia fatta per la "Bacchelli" a Federico Tavan, inguaribile "matto" e grandioso Poeta.
E' davvero brutto pensare che c'è gente che vive con 550€ al mese, e non mi interessa a quale categoria appartengano.
Non vi è Giustizia, nè economica, nè sociale.
Dobbiamo batterci per questo.
Se, poi, anche la Antonelli ne beneficiasse, benvenga.
Daniele (Macca)

Trippi ha detto...

Perfettamente d'accordo con te!

Cerca nel blog

segnala su:

socialnetworkizzaci

Bookmark and Share
Blog Widget by LinkWithin