ancora miti, riti e liturgie di abbordaggio metropolitano

Cerca nel blog

lunedì 17 agosto 2009

Colpi di sole


fonte foto


di Trippi

Quest'anno ho fatto le ferie a luglio e mi sono rassegnata a passare agosto in città. Anche settimana scorsa, nonostante la mia azienda fosse chiusa, non sono partita stabilmente per qualche meta turistica, ma mi sono limitata a qualche salto al lago e in piscina durante il giorno, nei locali salseri la sera! La città poi, complice la crisi, non è asfittica e deserta come mi è capitato di vedere in passato, ma pullula di persone che trascorrono le ferie in città. Ed ecco che tra un colpo di sole e l'altro i giorni sono volati! Ve li racconto dal più recente al più lontano

Colpo di sole 1
La vicina di casa di mia cugina ha approfittato del guasto improvviso e temporaneo all'auto del marito (che ha preso in prestito quellla di un conoscente per recarsi ingenuamente al lavoro) per dare una sbirciatina accurata al suo contenuto.. risultato: una scatola di viagra praticamente consumata e una bambola gonfiabile. Non so se le ha roso di più che con lei si giri e russi o il fatto che abbia negato l'evidenza più ovvia!

Colpo di sole 2
La mamma del mio fidanzato, in preda a un attacco di generosità domenicale, ha aiutato una signora con le stampelle (che, stranezze estive, stava andando a ballare) ad uscire dalla metro. Risultato: la donna con le stampellle è uscita indenne dal treno, la buona samaritana invece, è rimasta incastrata tra le porte, è finita al pronto soccorso e per di più la pseudoinvalida non si è neanche girata a chiedere come stesse, ma ha proseguito per la sua strada, nella fretta di raggiungere il DANCING!

Colpo di sole 3
Questo ve lo cito perchè in un blog sui riti, miti e liturgie di abbordaggio metropolitano merita un posto. Mentre esco dalla metro per andare a recuperare l'auto del mio fidanzato (la mia è parcheggiataa per motivi che potete leggere nei colpi di sole successivi) un tizio in auto mi chiama gentilmente. Li per li mi fermo e penso che mi voglia chiedere un'informazione, anche perchè poco prima l'avevo visto in sosta di traverso sulle strisce pedonali ad armeggiare con qualcosa sul sedile passeggero. Invece mi fa "Guardi non mi era mai capitato, ma Lei è fidanzata o sposata?" basita schiocco un sonoro "SI", e lui ci tiene a precisare "mi scusi ancora, poco fa era al telefono con un collega e l'ho notata mentre passava, se fosse stata libera mi sarebbe piaciuto conoscerla!". Mentre resto impietrita lui fa inversione e torna nella direzione da cui era arrivato.

Colpo di sole 4
Prima della partenza per la Sardegna, a luglio, sono stata colta da un attacco di luddismo involontario che mi ha fatto mettere fuori uso DUE macchine in una settimana (proprio a ridosso della partenza). Macchina 1, la mia audi a3 del '98, una decana che si mangia a colazione certe utilitarie appena uscite dalla concessionaria. Lurida e ammaccata, affidabile quando non mi si scarica la batteria, stavolta mi ha lasciato a piedi proprio il lunedì prima della partenza per le vacanze. Poichè si è rimessa in moto con i cavi deduco che il problema sia il solito! Così l'accantono nel parcheggio con il pieno di benzina appena fatto e rimando la sostituzione della batteria al rientro in città. Per gli ultimi giorni di lavoro, le ultime capatine in palestra e l'ultimo massaggio prendo l'auto del mio uomo. Ma siccome c'è lo sciopero dei benzinai e l'auto è quasi a secco, due giorni prima della partenza, penso bene di fare il giro del globo per trovare un distributore aperto e rifornire.

Un bel pieno. Di benzina. In un'auto diesel.
159 euro per svuotare il serbatoio e sostituire il filtro del carburante, oltre i 52 euro di benzina inutilizzabili del pieno.



Colpo di sole 5
Siccome le disgrazie non vengono mai sole, il giorno della partenza, un venerdì, l'auto del fidanzato che si era appena ripresa dal trauma del carburante indigesto segnala un guasto all'alternatore.. 500 euro e rotti per fare la riparazione entro le 5 del pomeriggio, orario in cui dobbiamo lasciare la città per andare a imbarcarci a Genova!

Colpo di sole 6
L'epopea per rimettere in moto la mia audina prosegue. Perchè si sa, se uno ha i soldi porta l'auto dal meccanico che il giorno dopo te la riconsenga funzionante, ma se stai alla canna del gas, ti inventi di tutto per risparmiare. Io ho trasformato il mio fidanzato in un meccanico economico. Così al rientro dalle ferie, il Signore delle tempeste, mi compra una batteria usata dallo sfasciacarrozze. Ma l'auto non si mette in moto ugualmente. Con il consulto telefonico di un meccanico audi che abita a un paio di km da casa mia, cui avevo fatto trovare la casa al mare, in Sardegna, a un prezzo che non avrebbe ottenuto neanche in campeggio a gennaio... Smonta l'auto per estrarre il motorino d'avviamento, probabile causa del problema. Ma il motorino di avviamento gira che è una bellezza quando è staccato, salvo poi impastarsi quando viene rimontato sull'auto. Alla fine il problema era la batteria d'occasione presa dallo sfasciacarrozze. Infatti, nonostante avesse 13 ampere alla fine della fiera era più conciata di quella originale. Ho risolto lo psicodramma con una bosch comprata al supermercato e sono autonoma. Ora devo solo restituire la batteria avariata allo sfasciacarrozze, aggiungere 120 euro e portarmi a casa 4 gomme seminuove per sostituire le mie, con i ferri fuori! Che s'ha da fa per risparmiare!


Ps. Il meccanico quasi vicino di casa, che nel mentre è partito per la vacanza economica grazie alla sottoscritta, non si è neanche degnato di chiamare per chiedere se avessi risolto il problema.. La prossima volta che mi chiede un'indicazione per un alloggio economico in Sardegna, per quanto mi riguarda può dormire in auto!


3 commenti:

MARCO el RISUENO ha detto...

Beh, non male come mezza estate...
Se parliamo di auto, allora posso dire che in questa settimana me l' hanno toccata tre volte in parcheggio e per aggiungere la ciliegina, facendo retromarcia ho aggiunto io una bella sfumatura bianca sul paraurti posteriore...vabbè tanto una più una meno. Acc. però, ora la mia auto sembra uscita da un inseguimento di film d' azione americani.
A me di curioso è accaduto solo un fatto sabato scorso:
Mi chiama un amico dicendomi che in un locale vicino a Sassari si esibisce un gruppo Dominicano e dopo i maestri insegneranno qualche passo. Che occasione, a me che piace il merengue, non potevo certo perdermi questo evento. Mezza giornata di sabato a convincere mia moglie che invece preferisce il ballo da sala e mia suocera che in estate passa le vacanze con noi ed è più portata per il liscio e balli di gruppo. Bene, riuscitoci, la sera ci organizziamo e ci muoviamo verso il locale, io che continuavo a spiegare le origini del merengue, le sue varianti, mentre in auto regnava il silenzio più totale. Entrati nel locale, cerco con lo sguardo i dominicani, vedo solo due ragazzi che dal colore della pelle potevano esserlo, gli altri si staranno preparando ho pensato. Inizia lo spettacolo, presentazione ed in pista entrano i due ragazzi che avevo visto ed una biondona con degli occhioni celesti ma celestiiiii. Parte la musica... rumba cubana, secondo pezzo rumba cubana. Dieci minuti di esibizione, finito. Il resto della serata si ballava rumba e qualche reggaeton.
A parte che la bionda era di Asti e poi, gli unici dominicani che ballano rumba li dovevo beccare io?
Non potete immaginare in auto nel ritorno casa, quante me ne hanno detto moglie e suocera...
Domenica per recuperare siamo andati a ballare balli di gruppo senza perdermi neanche un limbo, tarantella e hully gully con tanto di sorriso obbligatorio stampato i viso.

Trippi ha detto...

tra i colpi di sole ho evitato volutamente quelli dedicati al ballo.. meritano un post a parte!!! Buon proseguimento di vacanze

cinciamogia ha detto...

Che avventure, degne di un film!
In bocca al lupo e buona ripresa anche a tutte le vostre macchinine.

Cerca nel blog

segnala su:

socialnetworkizzaci

Bookmark and Share
Blog Widget by LinkWithin