ancora miti, riti e liturgie di abbordaggio metropolitano

Cerca nel blog

lunedì 27 giugno 2011

Cosa mi passa per la testa?

Fonte: "Il Fatto quotidiano"
Ieri mattina in edicola, un tizio davanti a me ha fatto un paio di giocate al superenalotto poi si è girato verso la colonna dei quotidiani e, parlando con se stesso e compiacendosi ha detto - oggi mi compro questo- ed ha afferrato "Il Giornale". Subito dopo, sempre parlando da solo - ohmamma! mi sento mancare- e si è appoggiato al banco visibilmente impallidito.
Mentre una ragazza frugava nella borsa e cercava di offrirgli una caramella, peraltro rifiutata sgarbatamente, io sono rimasta impietrita. In quel momento l'unica cosa che mi è venuta in mente è stata: vedi cosa succede a leggere quelle porcherie lì? Tiè ti sta proprio bene!

 No Chica,  questi sono pensieri cattivi, ma cosa ti passa per la testa?

6 commenti:

Daniele Mattioli ha detto...

Dillo a me. Immancabilmente, per via degli orari, davanti a me c'è un tizio che compra "Libero" e commenta, godurioso, il titolo principale. L'edicolante glissa (è lavoro) e io lo guardo malissimo, anche perchè sa cosa acquisto io. Prima o poi...

chica mala ha detto...

IO e l'edicolante abbiamo evitato di guardarci in faccia volutamente, penso che saremmo scoppiati a ridere come due cretini se lo avessimo fatto.

Adriano Maini ha detto...

Hai pensato bene! Quando ci vuole, ci vuole ...

chit ha detto...

Neanche la dolce eucassina aveva un effetto così rapido... :-D

Alberto ha detto...

Bisognerebbe diffondere: che leggere Il giornale può provocare malori. Del resto con quella faccia da cadavere di Sallusti...

iggy ha detto...

hai perso un'occasione d'oro: abresti dovuto spingerlo, atterrarlo e prenderlo a calci nello stomaco!
ché lui avrebbe fatto così se ti avesse visto comprare, chessò, il manifesto..

Cerca nel blog

segnala su:

socialnetworkizzaci

Bookmark and Share
Blog Widget by LinkWithin