ancora miti, riti e liturgie di abbordaggio metropolitano

Cerca nel blog

mercoledì 1 giugno 2011

Il test della verginità

foto: Salwa Hosseini,  20 anni, parrucchiera egiziane, è una delle donne citate nel report di Manesty International sugli abusi alle manifestanti di Piazza Tahir durante le proteste che hanno portato alla caduta del regime di Hosni Mubarak. Ha descritto alla CNN di essere stata sottoposta al Test della Verginità: "Volevano darci una lezione, volevano umiliarci"
vengo a sapere attraverso Camillo delle accuse di torture fatte dall'esercito egiziano ai danni delle donne che hanno manifestato in piazza Tahir.
Almeno 18 donne hanno subito gli arresti militari. Hanno raccontato di aver subito percosse, l'elettro schock, di essere state spogliate e perquisite da donne in presenza di soldati di sesso maschile che fotografavano il tutto e di essere state costrette a sottoporsi a TEST della VERGINITA'.
manifestanti al Cairo (Getty Images/Mohammed Abed)

Le donne hanno raccontato che durante il test venivano informate che nel caso in cui non fossero state vergini sarebbero state accusate di prostituzione.
Amnesty International che ha denunciato i fatti e preteso che:
"Le autorità egiziane devono fermare il trattamento choccante e degradante alle giovani manifestanti. Donne che hanno preso parte pienamente al cambiamento in Egitto non dovono essere punite per il loro attivismo.
Tutte le forze di sicurezza e l'esercito devono essere chiaramente istruiti che la tortura e altri trattamenti, compresi i test della verginità, non saranno più tollerati, e saranno completamente investigati. Coloro che saranno ritenuti rseponsabili di tali azioni saranno sottoposti a giudizio e le donne coraggiose che denunceranno tali abusi saranno protette da eventuali rappresaglie".
Prima le autorità egiziane hano negato, ma in seguito alla pressione di blogger e giornalisti è arrivata l'ammissione di un ufficiale egiziano alla CNN:
"Le donne che sono state arrestate non erano come mia figlia o la vostra" ha spiegato Amr Imam, dell'esercito egiziano "Queste erano ragazze accampate nelle tende a Piazza Tahrir insieme a manifestanti uomini, abbiamo trovato molotov e (droghe). Non volevamo che sostenessero di essere state aggredite sessualmente o violentate da noi, volevamo provare che non erano più vergini già da prima. Nessuna di loro lo era (vergine)".
Ma baffan

2 commenti:

Adriano Maini ha detto...

La solita risposta dei mafiosi di questo mondo.

Daniele Mattioli ha detto...

Che Mondo, eh?
E qui stiamo a pettinare le bambole se una conduttrice TV (mediamente scema) si mette o meno con il fisicato di turno.
Mi sa che ci va troppo bene.

Cerca nel blog

segnala su:

socialnetworkizzaci

Bookmark and Share
Blog Widget by LinkWithin