ancora miti, riti e liturgie di abbordaggio metropolitano

Cerca nel blog

mercoledì 6 luglio 2011

"Mi sono sposata!"

Fonte foto
mi dice la conoscente desaparecida da quasi un anno, mentre mi ficca il dito inanellato sotto l'occhio. "Brava" rispondo "non sapevo neanche che ti fossi fidanzata". Lei tutta contenta del suo nuovo status civile spiega mentre saltella sulle ginocchia "Ma si, ci siamo conosciuti, ci siamo piaciuti e nel giro di 7 mesi eccoci qui, ci siamo sposati. Perchè se ti piaci perchè aspettare?". Già, perchè aspettare? Forse perchè hai 41 anni e hai paura di morire zitella? voglio proprio vedere se saresti uscita con la stessa frase a 21, ma anche a 31 anni, diciamo le cose come stanno. Ma questo per quanto sia dotata di una boccaccia non l'ho detto, come potete immaginare, altrimenti non sarei arrivata a raccontarlo, mi avrebbe uccisa li, strozzandomi seduta stante! Invece notando che era sola, di domenica sera, in una pista da ballo mi sono limitata alla domanda politically correct "Ma lui dov'è?". Lei con un sorriso gigantesco "lavora su turni e stasera gli tocca, ma io mica potevo stare a casa ad annoiarmi. Ho bisogno dei miei spazi. Lui non balla e poi se viene diventa geloso. Così invece, non vede e non si infastidisce".
Vabbè contenti loro!

4 commenti:

Daniele Mattioli ha detto...

Presupposti ottimi, direi.
Se va bene a loro, come possiamo dire di no?
Un qualche dubbio ce l'ho, ma non faccio testo: vado per i tredici anni (di matrimonio).
:-D

pytta ha detto...

le giustifazoni che si danno a se stessi sono le migliori...........

chica mala ha detto...

Mah, ci sono sempre casi e casi. Io non mi sono sposata e non so se lo farò e se lo farò sarà solo per questioni burocratiche, visto che il mio compagno è un immigrato extracomunitario. Però..ho, cioè, abbiamo concepito un figlio dopo nemmeno un anno che stavamo insieme.
Il matrimonio per la donnina italiana media, nonostante i tempi moderni, è ancora uno satus symbol e quindi sono d'accordo sul fatto che alle volte si prenda la merce in saldo, solitamente fallata, per dare la parvenza di aver fatto un buon acquisto. Senza stare qui a nascondersi dietro un dito però, dico che la componente età e la paura di perdere il treno della procreazione, (non meno ambito di quello dell'abito bianco) ti fanno correre veloce! Fortunatamente per me senza rimorsi :)

Trippi ha detto...

Dan: penso che questo matrimonio abbia le stesse possbilità di riuscita di quello fatto da una coppia rodata dopo anni di fidanzamento! E' nella convivenza che saltano fuori gli altarini..

Pytta: è stato il mio stesso pensiero! Poi è anche vero che gli entusiasmi e la voglia di buttarsi si hanno all'inizio, nell'innamoramento, poi passa la poesia!

Chica: Come dicevo sopra a Dan anche per me ci sono casi e casi. Sarà perchè conosco troppa gente separatasi dopo anni di matrimonio o dopo l'arrivo del secondo figlio. Per non parlare delle separazioni con i capelli bianchi! Arrivati alla pensione, quando ci si deve ciucciare il partner FULL TIME, non ci si regge più e si prendono strade diverse! Non ci sono ne formule ne garanzie, la verità è che le relazioni sono in continua evoluzione perchè chi le vive cambia... perchè si affrontano nuovi problemi, oppure non li si affronta. Faccio comunque i migliori auguri alla sposina! Sai bene che per me il vero cambiamento è quello della maternità, li si che ci vuole coraggio, non dalla convivenza al matrimonio ;-)

Cerca nel blog

segnala su:

socialnetworkizzaci

Bookmark and Share
Blog Widget by LinkWithin