ancora miti, riti e liturgie di abbordaggio metropolitano

Cerca nel blog

lunedì 23 maggio 2011

La sicurezza per le strade di Milano

Semaforo incomprensibile in Viale Abbruzzi, angolo via Donatello, a Milano- Rosso per chi?

(Cliccare sulle foto per ingrandire)

Dovunque guardi sembra che si sia scatenata una guerra, sembra che dalla scelta del sindaco di Milano dipendano le sorti del paese e soprattutto del premier dei miei connazionali. In tutta onestà non ho difficoltà a riconoscere il lavoro di amministrazioni locali, quando operano bene, anche se appartengono a forze politiche che non mi trovano allineata. Quello che non capisco è come si possa volere mettere il becco su Milano sulla pelle di chi ci abita e ci deve vivere. Come nel testo che vedete qui sotto diffuso via facebook, da una signora triestina che vive in Brianza e ha amministrato la pagina Fan di minzolini nello stesso social network.

nota di una militante PDL su Facebook
Ora chi vive in città sa come stanno le cose realmente. Ecco perchè quando sento parlare di sicurezza per le strade, a me non vengono in mente né i campi Rom, né i centri islamici. Mi vengono in mente le strade pericolose per semafori mal gestiti o mal guardati, le buche che fanno delle vie di Milano una sorta di gruviera rappezzato con colate di asfalto che vengono via alla prima pioggia. mi vengono in mente gli islamici che pregano per terra in Viale Jenner, sul marciapiede.
Penso che i vigili debbano riprendere a lavorare per le strade, occuparsi delle auto in doppia fila, degli eccessi di velocità dei suv parcheggiati a castello sulle piccole auto. Fare i Vigili urbani, non i poliziotti di ripiego.
buche in via Pompeo Neri, dietro alla mia palestra

Buche in via Forze armate, angolo via Primaticcio a Milano
Dettaglio buche in via Foze armate, Milano
Quando sento che Pisapia vuole far pagare l'Ecopass 10 € a tutti mentre lei, fulminata sulla via di Damasco, ora, dopo aver perso il primo round, promette di non farlo pagare più.. sono indecisa se sbellicarmi dalle risate o compatire queste manfrine. Ma come, l'Ecopass non era la panacea per tutti i mali? La soluzione finale per ogni problema di inquinamento? Ho venduto la mia audina del 1998, un 1800 benzina, perchè altamente inquinante, anche se la utilizzavo solo per andare in palestra un paio di volte a settimana e per sbrigare piccole commissioni. Anche se mi rode tutte le volte che vedevo i fuoristrada in centro. In piazzale Bacone ce n'è una colonna parcheggiata stabilmente a ridosso delle rotaie del tram. Ogni volta il mezzo deve superare la versione meneghina della Parigi/Dakar a passo d'uomo per l'ingombro. Mi rode anche quando vengono rilevati i dati sull'inquinamento (quelli reali, dell'ARPA, non quelli di De Corato) e risulta che la merda ce la respiriamo noi che usiamo i mezzi pubblici, non quelli che arrivano dalla provincia in centro con le loro auto comode con lo start e stop.

Aggiornato il 23/05/2011


La notte scorsa, di rietro da una mangiata epica per una prima comunione ho trovato un volantino della Moratto con quello che farà lei e quello che "minaccia" farà il suo avversario, facendo riferimento al suo programma. Per la cronaca, visto che stamattina ho conteggiato un aumento di colleghi proMoratti, che si erano bevuti la storia dell'Ecopass, sono andata a controllare. Non vedo traccia di Ecopass a 10 euro nel programma di Pisapia (unico accenno a pag 17, il trafiletto che potete leggere sotto). Leggo invece che il sindaco attuale nel suo programma intende "rafforzare" le misure di disincentivazione (ecopass- cfr Contro l'inquinamento, punto 6a, pag 15).


L'ecopass nel programma Moratti

L'ecopass nel programma Pisapia
Ricordo inoltre le multe arrivate nell'azienda in cui lavora il mio compagno, lo scorso anno in questo periodo, per l'accesso in ZTL (zona traffico limitato) in fasce orarie non previste (dopo aver ricevuto multe da 10mila euro, l'azienda ha pensato bene di rinnovare la flotta aziendale). Ricordo  che da ottobre/novembre se abbiamo necessità di entrare nella cerchia dei bastioni paghiamo con la  meriva diesel del 2003, mentre fino a quel momento potevamo accedere gratuitamente (non entriamo praticamente mai, faccio prima con i mezzi o eventualmente in scooter).
Quanto alla sanatoria delle multe la signora Moratti ha già fatto dietrofront, specificando che si tratterebbe di quelle del febbraio 2010. Quelle del 2008 per i divieti d'accesso che sembravano quelli dell'Ecopass i cittadini hanno già pagato (o lo fanno a rate)! E poi vengono a dire che non hanno aumentato le tasse (l'addizionale irpef). Ma baffan...
DALL'ECOPASS ALLA SANATORIA LA SCOMMESSA CHIMATA TRAFFICO (LA REPUBBLICA MILANO)
A quanto pare i cittadini che hanno preso le multe dagli ausiliari della sosta, sguinzagliati per la città a sopperire il dislocamento dei vigili urbani ad altre mansioni, dovranno pagare! Che poi vorrei proprio sapere CHI ha visto arrivare la polizia locale e con che tempistiche, quando si è trovata a richiederne l'intervento per questioni di pubblica sicurezza?! A proposito qualcuno di voi ha mai visto un poliziotto di quartiere o come accidenti si chiama?  Un ultimo punto e poi chiudo, ma il centro islamico non era già deciso che lo si costruiva?

4 commenti:

Daniele Mattioli ha detto...

Penso che gli unici che possono parlare sulle Comunali sono, appunto, i cittadini delle città interessate.
Per questo ho volutamente evitato di scendere nell'argomento, anche se si può trattare solo dal punto di vista politico.
Concordo con te: città più vivibili, più attenzione alla vita quotidiana.
Non ci vuole molto.

Adriano Maini ha detto...

Quadro chiaro!

chit ha detto...

Penso che la miglior risposta in questi casi sia sempre la 'X' che i cittadini andranno a mettere questo weekend sulla scheda elettorale. Sperando che il carrozzone dell'informazione non li abbia nauseati o confusi fino al punto di non andare a votare.
Io credo solo che un candidato (la Moratta) abbia già fatto e cosa è sotto gli occhi dei milanesi; l'altro (Pisapia) abbia delle idee sicuramente diverse ma, soprattutto, NON abbia ancora avuto modo di fare nulla e mi piacerebbe tanto vederlo all'opera prima di criticarlo solo perché 'non allineato'!?

Detto questo, buon ballottaggio e buon voto a tutt*!?! ;-)

p.s. comunque, al di là del commento politically correct, confermo di diffidare e non poco di tutto quello detto e fatto da persone che di cognome fanno 'Moratti'... ;-)

Crimilda ha detto...

il semaforo è per i pedoni

Cerca nel blog

segnala su:

socialnetworkizzaci

Bookmark and Share
Blog Widget by LinkWithin