ancora miti, riti e liturgie di abbordaggio metropolitano

Cerca nel blog

giovedì 24 febbraio 2011

Cartelloni one shot, Apicella one ticket


Da un paio di giorni è comparso questo manifestone pubblicitario all'uscita della MM1 Bisceglie.
La risposta di qualche volenteroso alla manifestazione di piazza fatta dalle donne il 13 febbraio?
Una sorta di messaggio subliminale che ricalca quelli del Premier e dei suoi accoliti?
Certo che è davvero enorme, penso un 6x3. Mi chiedo chi abbia tanto a cuore la sovranità popolare e così poco l'Amazzonia, da voler spendere tutti questi soldi per  farlo sapere in giro (stampare le lenzuolate di carta/affittare i punti strategici, pagare l'imposta comunale per l'affisione). In realtà un idea ce l'avrei: che sia lo stesso tizio che ha comprato su Ticket One l'unico biglietto del concerto di Apicella a Milano venduto con quel sistema?

In pausa pranzo faccio un salto in Buenos Aires, giusto per togliermi la curiosità e vedere se è comparso qualcosa anche da quelle parti. Non Apicella, il cartello!
Che cosa avevate capito?
fonte vignetta




6 commenti:

Alberto ha detto...

Sarebbe bene indagare su cos'è questa "Associazione dalla parte della democrazia". Ciao.

Daniele Mattioli ha detto...

Mah. Però il messaggio può essere inteso in maniera bipartisan: anche visto da chi non ama l'attuale Governo andrebbe bene, Temo, però, che dietro ci siano un pò di accoliti del rancoroso (la rubo al sommo Capossela). Però quella dell'unico biglietto è bellissima. Un pò ci godo, va...

Trippi ha detto...

Alberto: sul web non esiste nessuna traccia su di loro. Sono spuntati dal nulla.. come i cartelli di fozza italia qualche lustro fa

Daniele: le frasi fotografate da me e da Alberto per le strade di Milano si basano sul testo della costituzione. Sono la prima a difendere la costituzione, figurati! Anche se non lo avrei fatto con un cartello blu e avrei scelto un nome più accattivante e meno didascalico per l'associazione (come fosse possibile dichiararsi a favore di altro, chessò monarchia? o addirittura dittatura?).. Ma esistono delle versioni "più personalizzate" di questi cartelloni, che tolgono ogni dubbio sull'orientamento politico di chi ha addobbato la città http://www.milanotoday.it/politica/cartellone-silvio-resisti-milano-pro-berlusconi.html

Alberto ha detto...

Domani ne aggiungo altri due. Li ho visti primi ma ero di fretta e non potevo fermarmi.

Adriano Maini ha detto...

E' roba che puzza tanto di P2!

Alberto ha detto...

Ho aggiunto altri due tabelloni. Chissà se ci sono ancora altri slogan.

Cerca nel blog

segnala su:

socialnetworkizzaci

Bookmark and Share
Blog Widget by LinkWithin