ancora miti, riti e liturgie di abbordaggio metropolitano

Cerca nel blog

mercoledì 22 settembre 2010

La ragazza col cetriolo

fonte foto

Leggo su Il Salvagente che desta scalpore la ragazza con il cetriolo della campagna Sisley.
Sarebbero pervenute diverse proteste anche per le immagini delle ragazze che sniffano quella che si presume sia cocaina. Perchè nonostante l'ambientazione in lavanderia e al supermercato due sgallettate intente a sniffare perborato non ce le vedo.
Su youTube la campagna passa per arte. Per me è semplice specchio della realtà.
Una realtà che non smette di farmi venire i brividi, perchè durante i miei recentissimi viaggi nel paesello della Sardegna che mi ha visto crescere ho saputo da un'amica di famiglia con quale attività si mantiene un maiale schifoso che ha scontato diversi anni di carcere per il sequestro di una famiglia inglese (padre, madre e figlia minorenne sordomuta) nel 1979-80. Da 3 anni, sotto gli occhi disgustati del paese, l'impotenza di forze dell'ordine e dei servizi sociali fa prostituire indisturbato due ragazzine di 16 anni.
I familiari delle minorenni dichiarano che il vecchio porco è un amico di famiglia rendendo impossibile intervenire a chi dovrebbe.
Mentre nelle prime fasi magnaccia e vittime nascondevano questo legame ora avviene tutto alla luce del sole.
Si sa ci si assuefà a tutto, ma a questo non è possibile. E chiedetemi se mi scandalizzo per una foto di una ragazza con il cetriolo o due meloni.




5 commenti:

Walter ha detto...

Ecco, appunto.
Quello che racconti è raccrapicciante, sopratutto per un Padre.
Non ci sono scuse, per persone così e non credo che non si possa fare nulla.
Almeno lo spero.
Dan

Adriano Maini ha detto...

Concordo in pieno con Walter!

Alberto ha detto...

Possibile che non ci sia mezzo di porre fine a una situazione del genere? Non foss'altro perché ci sono di mezzo delle minorenni.

Trippi ha detto...

Conosco personalmente la madre di una delle due bambine, mia madre le dava dei lavoretti e le ha prestato i soldi in diverse occasioni in passato. Prima si bacasse definitivamente la sua moralità e dignità con pessimi uomini e macchinette mangiasoldi. Era povera ma dignitosa, ora per questo comportamento non c'è giustificazione. Una delle altre figlie, ormai lontana, ha cercato di portare via la sorellina ma proprio per la minore età della 16enne la tutela è della madre. L'altra ragazzina proviene da un'ambiente in cui la prostituzione è un male ereditario, l'ha annusata sin dal suo primo respiro e l'ha assorbita insieme all'aria che ha respirato ogni giorno della sua giovanissima vita.
La figlia dell'amica di famiglia è una coetanea delle due vittime. Ha provato a fare qualcosa insieme alle compagne di classe. Non so come le famiglie di origine vengono allertate ogni volte che arriva la visita dei servizi sociali e come detto nel post i carabinieri hanno sentito definire il vecchi porco come un amico di famiglia.
Agghiacciante!

Onesto ha detto...

Denunciate, denunciate, denunciate. Se li nessuno vi ascolta denunciate altrove. Le persone serie che si impegnano contro gli abusi ci sono, poche ma ci sono. Aiutate queste povere vittime!

Cerca nel blog

segnala su:

socialnetworkizzaci

Bookmark and Share
Blog Widget by LinkWithin