ancora miti, riti e liturgie di abbordaggio metropolitano

Cerca nel blog

lunedì 30 agosto 2010

Alla fiera dell'est per 64 euro 500 hostess Gheddafi comprò


fonte foto
Un anderoun in piena regola per l'ultima frontiera del reality show islamico-dittatoriale del leader libico Gheddafi, in una scenografia imbarazzante (con le foto giganti di Berlusconi e del dittatore).
500 hostess incoraggiate a mettersi in mostra con domande "interessate" in cambio di una prospettiva di lavoro o di viaggio a Tripoli. Tre hostess di sarebbero persino "convertite".
Riderei a crepapelle di questo omettino e del suo patetico show, se con ci fosse da piangere perchè in questo modo si umilia l'Islam (durante l'incontro è stata consegnata una copia del "Glorioso Corano" ad ogni ragazza, il testo è stato redatto dallo stesso Gheddafi, autonominatosi teologo ed esperto: "sapete che al posto di Gesù fu crocefisso uno che gli somigliava? Un sosia") e si conferma per l'ennesima volta che in occidente gli uomini si vendono per soldi sporchi di sangue, le donne per una lira.



E scusatemi tanto, questa si che per me è pornografia "intellettuale".

5 commenti:

Alberto ha detto...

Altroché repubblica delle banane è diventata la nostra!

Walter ha detto...

Ci ho fatto un post anch'io.
'Sti due sono dementi.
(Non parlo dell'offesa in sè alle Donne: quella è talmente evidente che meriterebbero di essere messi in galera, ambedue).
Daniele

Umberto ha detto...

Io mi chiedo come le donne possano scendere a tanto. Posso capire che magari inizialmente non avevano ben compreso il tutto però dopo la levata di critiche e aver capito che si trattava di una vera e propria minchiata potevano anche rinunciarvi. Non credo avrebbero perso un posto statale a tempo indeterminato. E che cavolo!

Trippi ha detto...

Alberto: ormai ci sta stretto sia Repubblica delle banane che Terra dei Cachi.

Daniele: Per citare Lerner dopo la velina nostrana abbiamo anche quella islamica.

Umberto: leggo la risposta nell'articolo di Sara Grattoggi su La Repubblica un resoconto di un' infiltrata tra le 200 accorse ieri. a un certo punto la vicina di posto in platea le bisbiglia "Siamo qui per soldi, per noi è solo un lavoro. Speriamo si sbrighi", che ad essere onesta penso sia lo stesso pensiero che attraversa brutalmente le testoline delle ospiti del lettone di Putin in altri assembramenti, altre serate, altro anfitrione accomunato dalla stessa anacronistica concezione della donna.

Umberto ha detto...

Puoi starne certa, è lo stesso pensiero. Però non sono pessimista, credo che un piccolo risveglio della coscienza femminile ci sia in questi anni. Speriamo davvero!

Cerca nel blog

segnala su:

socialnetworkizzaci

Bookmark and Share
Blog Widget by LinkWithin