ancora miti, riti e liturgie di abbordaggio metropolitano

Cerca nel blog

martedì 7 ottobre 2008

Ho scritto "t'amo" su una e-mail


Di Chica Mala
A quanto pare uno studio effettuato in California, è stato in grado di provare che tramite la posta elettronica è molto più facile mentire.
Un grande percentuale di persone (il 50% circa), nascoste dietro lo schermo si sente più a suo agio nel propinare bugie a chi sta dall'altra parte. Molto diverso l'approccio di chi scrive su carta e utilizzando la propria grafia, difatti un testo olografo oltre ad avere nel nostro immaginario un valore legale più spesso, fa trasparire sempre nel nostro inconscio, il carattere, lo stato d'animo e la buona fede di chi comunica, di conseguenza si è più propensi ad essere chiari a nostra volta con i destinatari delle nostre missive.
La classica lettera, carta, penna e calamaio è, sempre secondo gli studiosi americani, il mezzo epistolare più sincero per comunicare.
E se qualcuno ti manda una e-mail dichiarando il suo amore per te? devi credergli?
Facciamo così: credici al 50%


9 commenti:

Sophieboop ha detto...

A me è successo...l'ho detto, ci credevo, mi batteva il cuore come un fascio di luce...ma lui, mi ha fatto credere cose vere solo nel nostro "mondo virtuale"...c'è di buono, che non essendoci mai incontrati, mi sono ripresa in fretta. Ma la sensazione di buio, quando scopri che non era "reale" ma solo un insieme di codice binario, è la stessa.
So*

chica mala ha detto...

na mail è molto più coinvolgente di un sms... c'è chi mente anche li.ooooh se lo fa, ma in quel caso è molto più difficile credere

cinciamogia ha detto...

Dunque:
1 - le e-mail hanno valore legale
2 - verba volant, scripta manent
Ne consegue che c'è quasi più da credere a uno che te lo scrive via e-mail che a uno che te lo dice in faccia!
Scherzi a parte, credo bene che le bugie si propinino meglio via mail, per la mancanza del benchè minimo segnale fisico di imbarazzo (che anche la scrittura manuale magari tradisce, non parliamo della voce poi).

EscoPazzo ha detto...

Non credo all'amore per corrispondenza. E se provo davvero qualcosa x una persona, almeno uso carta speciale, penna stilografica ed inchiostro profumato..Dire in faccia le cose non è sempre facile, ma comunicare i propri sentimenti con un semplice sms o ancora peggio con una email mi dà l'idea di affidare qualcosa di prezioso all'esito di un lancio di dadi..

chica mala ha detto...

ciao Cincia- so che le mail hanno valore legale, intendevo parlare dell' immaginario della gente e di quanto viene percepito dai più...
A me succede questo ad esempio: quando scema l'interesse verso una persona, tendo a cancellare mail ed sms,forse il mio inconscio li ritiene poco importanti, come parole dette al vento; conservo però i bigliettini e tutto ciò che mi viene scritto a mano e la stessa cosa faccio con le fotografie. Boh probabilmente le associo a prove più tangibili del fatto che è esistito qualcosa tra me e quella tale persona. In poche parole metto agli atti solo quello che (io)ritengo concreto.

chica mala ha detto...

escopazzo: un'amica alla fine di una vacanza lasciò all'amato della settimana un ricordo scritto. Lo fece su un tovagliolo di stoffa intriso del profumo che l'aveva accompagnata nelle 7 notti di passione. Non lo rivide mai più. Che bel gesto però....io non ci sarei mai arrivata

cinciamogia ha detto...

Ah scusa non avevo capito! Per me allora non vale il discorso, io cancello/butto via tutto oppure tengo tutto, indipendentemente dal fatto che siano parole scritte su carta o via e-mail. Forse conta di più per me il concetto, la parola, invece del mezzo.
Il gesto della tua amica...mi ha estasiato. E' assolutamente splendido. Il profumo, poi, è in grado di riportare in un attimo alla memoria le sensazioni vissute in passato. Anche se non ha più sentito il fortunato, sono certa che non la dimenticherà mai.

EscoPazzo ha detto...

chica mala in un certo senso mi dai ragione parlando di una storia di una settimana, seppur passionale. Cmq forse mi hai frainteso: a me piace tanto scrivere alla mia amata, mi piace mandare sms "con effetti speciali", email "artistiche", ma se devo dichiararmi o esprimere un sentimento vero e profondo, mi affido ad una lettera scritta a mano (mai col computer) e consegnata di persona. E quando taglio con una, cancello sms, email, n. di cell e metto via tutto (a volte nel cestino), e di solito l'unica cosa che mi dà fastidio è che lei tenga le mie lettere, perché è come se tenesse ancora una parte di me che non voglio più che le appartenga..

alianorah ha detto...

Ma io non ci credo nemmeno se me lo dicono in faccia!

Cerca nel blog

segnala su:

socialnetworkizzaci

Bookmark and Share
Blog Widget by LinkWithin