ancora miti, riti e liturgie di abbordaggio metropolitano

Cerca nel blog

giovedì 17 dicembre 2009

Smetto quando voglio


Eh si Sono Xmas addicted!!!
di Trippi

Ogni anno la stessa storia, mi riprometto di non prendere niente a nessuno, per decidere in corsa di fare almeno un pensierino futile alle persone più vicine e ritrovarmi con una marea di regali inutili per tutti, perchè non si sa mai!

Quest'anno avevo deciso di regalare bontà e speranza. Regalare biglietti della lotteria/gratta e vinci e prendere i parenti stretti per la gola organizzando il pranzo di natale, ops scusate, di Natale a casa con tanto di riffa per accapparrarsi i biglietti. Verranno i suoceri (separati, sono cane e gatto, so già che passeranno il tempo fare la gara a chi ha più acciacchi), le sorelle del fidanzato con relativi pargoli e mio fratello (più scombinato di me non so se riuscirà ad arrivare a casa mia in tempo per pranzare a mezzogiorno, l'ora in cui ci si alza nei giorni di festa nella mia famiglia). Ai cugini che mi hanno invitato per la vigilia porterò leccornie gastronomiche dop.

Ma poi si sa, la frenesia regalizia ti acchiappa e ti ritrovi a prendere biglietti della lotteria e bottiglie di vino per tutti, spendi più per il cestino etnico in cui piazzare i doni che per il patè! Ti scappano più monete per il biglietto d'auguri che per il gratta e vinci!

Ai bambini poi, mica puoi regalare la salsa di peperoncino piccante siciliana e come minimo tutto quello che pensi ce l'hanno già, doppio! L'anno scorso con il Signore delle tempeste prendemmo elicotterini gemelli per i figli di mia cugina e l'aeroplano per il nipotino dallo spacciatore di modellismo da cui si rifornisce il mio fidanzato.

Ma come tenere il livello di entusiasmo? Chiedi alle mamme, ma passi da un estremo all'altro, da quella che ti consiglia l'astuccio per le matite che il figlio ha già disintegrato dopo 3 mesi di scuola a quella che ti suggerisce il garage (solo per capire di che diamine si tratta devi fare una full immersion di cartoni animati e relativa pubblicità)!

Capisci che l'amore genitoriale ha troppe sfaccettature e lo ignori.

Ho adocchiato un posto nel percorso dalla metro al mio ufficio, un negozio di giocattoli diviso con una parte "moderna" e una, bellissima, con giochi creativi costruiti in legno! Peccato costino un patrimonio e rischino di essere apprezzati più dai grandi che dai piccini.

Alla fine passerò il prossimo week end a studiare gli scaffali del centro commerciale alla ricerca di quello potrebbe andare bene per il carattere di ognuno con la speranza che l'entusiasmo non duri giusto il tempo necessario a scartare il dono successivo.


1 commento:

cinciamogia ha detto...

A me per i giochi piace "la citta del sole", che ha anche un sito web, hanno giochi molto belli adatti a tutte le età.
Buona ricerca!

Cerca nel blog

segnala su:

socialnetworkizzaci

Bookmark and Share
Blog Widget by LinkWithin